Cashback, Scoupy avverte su data breach

L’app olandese di cashback Scoupy ha avvertito di una violazione ai danni dei suoi 2 milioni di clienti. Sembra che siano state rubate informazioni private simili a identificazione, indirizzo, luogo di residenza, numero di cellulare, indirizzo di posta elettronica, data di inizio, ricevuta e password crittografata e numero di conto corrente crittografato.

Non c’è alcuna razionalizzazione di come sia iniziata la fuga di notizie. Scoupy è impegnata a migliorare ulteriormente la sicurezza del sistema. “Procederemo a farlo per il prossimo futuro. Per ora, la fornitura di contenuti e siti web potrebbe essere inferiore a quella a cui potresti essere abituato”, avverte.

Allo stesso tempo, Scoopy avverte i clienti di possibili attacchi di phishing. Ad esempio, qualcuno potrebbe fingere di essere un impiegato di un istituto finanziario e tentare di acquisire PIN e password.

Scoupy offre agli acquirenti la possibilità di partecipare alle promozioni di cashback dei negozi di alimentari. I clienti utilizzano l’app per scattare fotografie delle ricevute e ottenere rimborsi per la merce promozionale acquistata.

Articolo in aggiornamento, torna qui per approfondire l’argomento anche in seguito.

Dario Fadda

IT & Security blogger per passione. Nel 2003 ho fondato Spcnet.it. Dal 2006 sono membro attivo del Gulch (Gruppo Utenti Linux Cagliari). Oggi scrivo qui e nella pagina "La Stampa dice" trovate i miei contributi per le testate giornalistiche. Per tutto il resto c'è dariofadda.it che contiene "quasi" tutto di me.

Vuoi commentare? Accendi la discussione

Torna in alto