Ecco le statistiche cyber più spaventose di quest’anno giusto in tempo per Halloween

Posted by

Ogni anno, le società di sicurezza informatica pubblicano una serie di rapporti di ricerca incentrati su diversi aspetti della sicurezza informatica e sulle tendenze di violazione. Di seguito è riportato un elenco di alcune delle statistiche più allarmanti da diversi rapporti pubblicati durante l’anno.

  1. Il 75% dei professionisti della sicurezza ora sperimenta più stress lavorativo rispetto a solo due anni fa. (Fonte: rapporto sullo stato del team di sicurezza di LogRhythm)
  2. Il 78% degli hacker ha affermato che le soluzioni di sicurezza informatica basate sull’intelligenza artificiale da sole non sono sufficienti per superare gli attacchi informatici nel prossimo decennio. (Fonte: Bugcrowd’s Inside the Mind of a Hacker Report)
  3. Il 61% degli intervistati ha segnalato almeno un attacco interno negli ultimi 12 mesi (il 22% ha segnalato almeno sei attacchi separati). (Fonte: Bitglass 2020 Insider Threat Report)
  4. Il 93% dei professionisti della sicurezza non dispone degli strumenti per rilevare le minacce alla sicurezza note e il 92% afferma di aver ancora bisogno delle soluzioni preventive appropriate per colmare le attuali lacune di sicurezza. (Fonte: rapporto sullo stato del team di sicurezza di LogRhythm)
  5. La maggior parte delle organizzazioni non può garantire di essere in grado di rilevare minacce interne derivanti da dispositivi personali (82%) o dal cloud (50%), mentre l’81% ha difficoltà a valutare l’impatto degli attacchi interni. (Fonte: Bitglass 2020 Insider Threat Report)
  6. Il 41% delle organizzazioni non ha adottato alcuna misura per espandere l’accesso sicuro per la forza lavoro remota. (Fonte: Bitglass 2020 Remote Work Report)
  7. A livello globale, i tassi di frode per l’intero anno sono aumentati del 28% nel 2019 anno su anno (rispetto ai livelli del 2018) e del 96% rispetto ai livelli del 2017. (Fonte: Jumio 2019 Holiday New Account Fraud Report)
  8. Alla domanda su cosa causa la maggior parte dello stress correlato al lavoro, le due risposte più selezionate sono state il non avere abbastanza tempo (41%) e il lavoro con i dirigenti (18%). In effetti, il 57% degli intervistati ha indicato che il proprio programma di sicurezza manca di un adeguato supporto esecutivo, definito come fornire visione strategica, buy-in e budget. (Fonte: rapporto sullo stato del team di sicurezza di LogRhythm)
  9. Il costo medio di una violazione dei dati negli Stati Uniti è aumentato del 112% dal 2018 a 8,19 milioni di dollari nel 2019 (Fonte: Rapporto sulla violazione dell’identità dei consumatori 2020 di ForgeRock)
  10. Il 2020 è sulla buona strada per superare il 2019 per quanto riguarda il numero di record violati:
    1. Oltre 1,6 miliardi di record sono stati influenzati solo nel primo trimestre del 2020, dimostrando che il 2020 è sulla buona strada per superare i 5 miliardi di record influenzati in tutto il 2019.
    2. Rispetto al primo trimestre del 2019, il numero di record interessati è aumentato del 9% da 1,4 miliardi, anche se le violazioni totali sono diminuite del 57,79%. (Fonte: Rapporto sulla violazione dell’identità dei consumatori 2020 di ForgeRock)
  11. SSN (Social Security Number) e DoB (date of birth) sono stati i dati più rubati nel primo trimestre del 2020, rappresentando il 34% di tutti i dati rubati. (Fonte: Rapporto sulla violazione dell’identità dei consumatori 2020 di ForgeRock)

Vuoi commentare? Accendi la discussione