Se stai cercando l'istanza Mastodon di inSicurezzaDigitale puoi cliccare questa barra (mastodon.insicurezzadigitale.com)

Ci sono aziende che possono ottenere geolocalizzazioni accurate di qualsiasi smartphone. Il caso Kochava

Archiviazione e vendita di dati eccessivamente accurati sulla posizione geografica (tempo per tempo) di milioni di smartphone. Questa l’accusa di FTC contro una azienda statunitense

La Federal Trade Commission (FTC) degli Stati Uniti ha annunciato oggi di aver intentato una causa contro Kochava, broker di dati sulla posizione con sede in Idaho, per aver venduto dati di geolocalizzazione sensibili e accurati (in metri) raccolti da centinaia di milioni di dispositivi mobili.

La causa è l’ultima mossa della FTC sulla sicurezza dei dati e le politiche sulla privacy sotto l’amministrazione di Lina Khan da quando ha prestato giuramento come presidente della FTC nel giugno 2021. A marzo, l’FTC ha represso il rivenditore online CafePress dopo che la società avrebbe coperto un importante violazione dei dati e non è riuscita a proteggere i dati sensibili dei clienti, mentre ad agosto la commissione ha annunciato l’intenzione di esaminare le tattiche di sorveglianza e raccolta dati delle grandi aziende tecnologiche e pubblicitarie.

Kochava, fondata nel 2011, è una “piattaforma di misurazione mobile” che raccoglie dati per scopi pubblicitari o per consentire ai clienti di analizzare il traffico pedonale nei loro negozi.

L’azienda ha raccolto dati di geolocalizzazione da centinaia di milioni di dispositivi mobili classificati in modo da corrispondere a numeri di identificazione univoci dei dispositivi mobili – assegnati ai dispositivi mobili dei consumatori per assistere gli operatori di marketing nella pubblicità – con posizioni latitudinali e longitudinali con timestamp, sostiene la FTC. La società ha venduto questo accesso su mercati di dati online accessibili pubblicamente per un canone di abbonamento mensile. La FTC ha affermato di aver esaminato un campione con dati di posizione precisi raccolti da oltre 61 milioni di dispositivi mobili unici nella settimana precedente.

I suoi feed di dati personalizzati consentono agli acquirenti di tracciare gli utenti finali in luoghi sensibili come luoghi di culto e centri di recupero dalle dipendenze.

Kochava ha fornito l’accesso ai dati sulla posizione dei consumatori attraverso un canale dati a cui i suoi clienti possono accedere attraverso gli store online dopo aver pagato un abbonamento di 25.000 dollari (fino a giugno 2022 era disponibile anche un set di dati campione gratuito contenente le informazioni raccolte nei sette giorni precedenti).

Vale la pena notare che ogni singola coppia di coordinate di latitudine e longitudine con timestamp è collegata a un identificatore di dispositivo, ovvero cellular advertising and marketing IDs (MAIDs), un identificatore alfanumerico unico e senza nome che iOS o Android assegna a ciascun individuo unità mobile. Questo ID è modificabile ma ogni dispositivo richiede una propria azione manuale da parte dell’utilizzatore. Di default non cambia.