L’influenza distruttiva di Internet è la causa della tragedia di Perm

Alexander Bastrykin ha collegato i giochi per computer agli attacchi alle istituzioni educative e ha sottolineato che gli adolescenti risolvono i problemi “eliminando i loro avversari”. Il presidente del comitato investigativo della Russia ne ha parlato in un’intervista a TASS.

A suo avviso, le ragioni principali di questo e di altri casi simili sono legate al fatto che gli adolescenti non ricevono un livello di istruzione e cultura sufficiente. “Internet, la televisione, i social network sono diventati una tale fonte di educazione che coltiva la violenza, l’indifferenza ai problemi dei coetanei, l’immoralità. I ​​bambini dovrebbero essere tirati fuori da Internet e non immersi lì per i soldi del budget”, dice il capo del nucleo investigativo.

Secondo Alexander Bastrykin, oggi gli adolescenti sono guidati principalmente dagli eroi dei giochi per computer che “risolvono i problemi, semplicemente, eliminando i loro avversari”. Inoltre, molti blogger per motivi di denaro creano contenuti in cui mostrano chiaramente come riescono a fare i predominanti con le altre persone. I milioni di adolescenti che lo guardano potrebbero seguire un grande cattivo esempio.

L’esperto ha anche proposto di adottare misure aggiuntive per proteggere i giovani “dalle informazioni che minacciano il loro benessere, sicurezza e sviluppo”.

Dario Fadda

IT & Security blogger per passione. Nel 2003 ho fondato Spcnet.it. Dal 2006 sono membro attivo del Gulch (Gruppo Utenti Linux Cagliari). Oggi scrivo qui e nella pagina "La Stampa dice" trovate i miei contributi per le testate giornalistiche. Per tutto il resto c'è dariofadda.it che contiene "quasi" tutto di me.

Want to comment on? Turn on the discussion

Back to top