Se stai cercando l'istanza Mastodon di inSicurezzaDigitale puoi cliccare questa barra (mastodon.insicurezzadigitale.com)

Nuova collaborazione Microsoft con Kaspersky per Cyber ​​Threat Intelligence

Nonostante le sanzioni alla Russia e le scelte internazionali riguardo al software Kaspersky, Italia compresa, Microsoft ne riconosce la superiorità tecnologica in ambito sicurezza, tanto da stringerci un nuovo accordo di collaborazione con la propria Threat Intelligence

In maniera del tutto asincrona rispetto alle attuali scelte geopolitiche di USA e Europa, Microsoft si è unita a Kaspersky per consentire alla sua piattaforma Sentinel di ricevere feed dall’intelligence sulle minacce dell’azienda di sicurezza. Pertanto, l’obiettivo sarà quello di ottenere feed utilizzabili relativi agli attacchi informatici che portano a risposte efficienti agli incidenti.

Kaspersky afferma di essere lieta di collaborare con un’azienda del suo calibro e spera che i suoi dati come nomi delle minacce, timestamp, geolocalizzazione, dati relativi agli indirizzi IP relativi ai dispositivi infetti e hash aiuteranno i suoi preziosi clienti a ottenere informazioni e soluzioni tempestive in minacce variabili.

Pertanto, tutti questi dati aiuteranno i team di sicurezza ad analizzare la previsione delle minacce note in un arco di tempo ridotto e ad avvisare i clienti degli incidenti in tempo reale.

In un altro rapporto, Kaspersky ha rivelato che sta assistendo a un aumento degli exploit relativi alle vecchie versioni di MS Office in quanto ricche di molteplici vulnerabilità.

Si è spesso visto che le vecchie versioni del software diventano bersagli facili per gli hacker poiché non ricevono gli aggiornamenti di sicurezza in tempo. Oppure non vengono applicati quando esistenti. E si stima che tali exploit abbiano colpito oltre 530.000 utenti negli ultimi 3 anni.

Sebbene l’azienda stia facendo del suo meglio per mantenere aggiornato il proprio software, nella maggior parte dei casi la responsabilità è degli utenti nel mantenere aggiornato il proprio software. Alcuni software hanno delle politiche di aggiornamento che procedono in modalità automatizzata. Mentre alcuni hanno bisogno dell’intervento umano manuale per proteggere il loro software dalle attuali minacce esistenti nel panorama informatico.

Microsoft mira ad affrontare la maggior parte delle minacce con la sua piattaforma Sentinel collaborando con Kaspersky per ottenere analisi di sicurezza automatizzate e informazioni sulle minacce in tutti gli ambienti aziendali.