Gli hacker che attaccavano Fujitsu stavano cercando informazioni sulle centrali nucleari

Posted by

Il gruppo Blacktech APT è sospettato di aver organizzato l’hack.

Gli aggressori che hanno hackerato la piattaforma Fujitsu ProjectWEB SaaS questa primavera erano interessati alle informazioni relative alle Olimpiadi estive di Tokyo e alle centrali nucleari, secondo il quotidiano giapponese Asahi Shimbun, citando funzionari del governo.

Ricordiamo che nel maggio di quest’anno Fujitsu ha temporaneamente disabilitato la piattaforma ProjectWEB dopo che gli hacker hanno avuto accesso ai sistemi e hanno rubato file appartenenti a organizzazioni governative giapponesi. L’incidente ha colpito il Ministero del Territorio, delle Infrastrutture, dei Trasporti e del Turismo, il Ministero degli Affari Esteri, il Gabinetto e l’aeroporto di Narita.

Il gigante tecnologico giapponese Fujitsu è anche coinvolto nello sviluppo di sistemi informatici chiave e infrastrutture critiche per il governo giapponese, nonché nella gestione delle reti governative.

Gli aggressori hanno cercato di accedere a documenti governativi e informazioni sull’infrastruttura del paese attraverso la rete Fujitsu, hanno detto i funzionari. La stessa società ha affermato che la violazione dei dati era limitata ai dati relativi alle apparecchiature utilizzate nel proprio sistema di gestione delle informazioni e non ha influito sulle informazioni riservate sui dipartimenti governativi.

Secondo gli esperti nel campo della sicurezza informatica, l’organizzatore dell’hack potrebbe essere il gruppo di hacker affiliato cinese Blacktech (Palmerworm), noto per gli attacchi alle organizzazioni di Taiwan, Giappone e Hong Kong.

Al momento, l’esatta portata dell’hack non è chiara, le indagini sull’incidente sono ancora in corso.

Vuoi commentare? Accendi la discussione