Gli Stati Uniti si aspettano un’azione dalla Russia

Posted by

Ulteriori azioni della Russia saranno una sorta di test con cui gli Stati Uniti potranno valutare la produttività del dialogo sul tema della cybersecurity.

Gli Stati Uniti hanno fornito alla Russia informazioni su attacchi di ransomware e altri crimini informatici che, secondo gli americani, vengono effettuati dal territorio russo. Ann Nyuberger, vice consigliere per la sicurezza nazionale del presidente, ha affermato che Mosca ha promesso di agire in merito.

Negli Stati Uniti, questo passaggio è stato chiamato “test” per un dialogo sull’argomento. “Abbiamo condiviso informazioni con i russi e questo sarà un test della loro volontà di agire. Hanno promesso di agire in base alle informazioni che sono state loro fornite “, ha detto Nyberger durante il briefing.

Secondo lei, le autorità russe, volendolo, sono in grado di risolvere il problema degli attacchi dal territorio sotto il loro controllo, compresa l’estorsione informatica.

Tuttavia, il segretario stampa del presidente russo Dmitry Peskov ha affermato che il Cremlino non ha informazioni dettagliate sulle affermazioni che le autorità americane hanno nei confronti del cittadino russo Yevgeny Polyanin (arresto del gruppo REvil) e non commenta le parole del presidente degli Stati Uniti Joe Biden sull’adempimento della promessa dato a Vladimir Putin per perseguire gli hacker.

In precedenza, Biden ha affermato che le azioni di Washington contro gli hacker del gruppo REvil sono una dimostrazione di ciò di cui aveva messo in guardia Putin precedentemente.

Il gruppo REvil

Nel frattempo, nonostante gli ultimi arresti, l’FBI, l’Europol e l’Interpol alle costole, il gruppo ransomware tra i più prolifici degli ultimi anni, ha ripreso vita online. Torna operativo con il nuovo sito sotto rete Tor:

Vuoi commentare? Accendi la discussione