Huntsville aggiorna: i dati degli studenti non sono stati compromessi

Quei sistemi primari che ospitano le informazioni degli studenti, iNow e PowerSchool, non sembrano essere stati compromessi

L’indagine su un possibile attacco ransomware al distretto scolastico di Huntsville City è in corso e il sistema centrale della città ha dichiarato che i sistemi principalmente responsabili della conservazione dei dati degli studenti non sono stati compromessi.

Quei sistemi primari che ospitano le informazioni degli studenti, iNow e PowerSchool, non sembrano essere stati compromessi come parte della minaccia alla sicurezza informatica“, ha affermato Craig Williams, Chief Communications Officer di HCS.

Dicono anche che non sembra esserci alcuna prova che i Chromebook siano stati colpiti, i dispositivi utilizzati dalla scuola media superiore. Ci sono ancora domande sui dispositivi Windows.

Gli studenti delle classi 9-12, così come i nostri insegnanti, sono quelli che utilizzano quei dispositivi Windows“, ha detto Williams. “Voglio essere molto trasparente sulla vicenda, affermando definitivamente che a questo punto si sa che quei dispositivi sono compromessi a livello di scuola superiore. Vogliamo riesaminarli, vogliamo portarli a un’ulteriore ispezione per vedere come si presenta di prima mano“.

Il distretto raccoglierà tutti i dispositivi degli studenti delle scuole superiori e sostituirà tutti i dispositivi degli insegnanti. Williams afferma che i nuovi dispositivi sono già di proprietà di HCS e sono in magazzino.

Non esiste una sequenza temporale su quando i nuovi dispositivi verranno rilasciati agli insegnanti, quando gli studenti delle scuole superiori riceveranno nuovamente i dispositivi Windows o quando tutti gli altri studenti saranno in grado di utilizzare nuovamente i Chromebook.

Quando torneremo alle normali operazioni… Non voglio speculare su questo, restando dove siamo oggi“, ha detto Williams. “Ma posso dire che continueremo a usare carta e matita fino a quando non saremo in grado di tornare ai nostri metodi tecnologici tradizionali”.

1 thought on “Huntsville aggiorna: i dati degli studenti non sono stati compromessi

Vuoi commentare? Accendi la discussione