I dipendenti Apple lanciano #AppleToo per denunciare gli abusi

Posted by

C’è un malcontento tale da parte di alcuni dipendenti di Apple che hanno deciso di lanciare il movimento #AppleToo. È come il movimento #MeToo, ma rivolto alla dirigenza Apple. L’obiettivo è raccogliere storie da diversi dipendenti per puntare il dito contro la cultura della segretezza di Apple, che sta cominciando a pesare.

Il movimento #AppleToo consente a qualsiasi dipendente di Apple di fornire la propria testimonianza. Gli autori del movimento sperano che le varie storie facciano reagire la dirigenza. È anche un modo per puntare il dito contro razzismo, sessismo, iniquità, discriminazione, bullismo, repressione, coercizione, abuso, punizione ingiusta e privilegio incontrollato, secondo il sito.

“Dobbiamo lavorare insieme, come colleghi (…) per richiedere un cambiamento sistemico nel nostro posto di lavoro”, afferma il sito. Gli autori ritengono che non tutti siano trattati allo stesso modo.

Una presenza su Twitter

Oltre al sito, il movimento esiste su Twitter con l’hashtag #AppleToo e tramite l’account @AppleLaborationers . Ha 693 followers al momento della pubblicazione di questo articolo. Ma ha visto la luce solo poche ore fa.

Lo sviluppo

Circa 15 dipendenti Apple hanno partecipato allo sviluppo del sito, oltre ad alcuni presso Google. Il team ha anche affermato che stava “spargere la voce” e incoraggiare la collaborazione di altri dipendenti a partecipare.

Il sito è andato online questa mattina, così come un account Twitter ufficiale. Gli organizzatori hanno pubblicizzato l’iniziativa su un server Discord da 200 persone a dipendenti e appaltatori Apple.

Il sito è composto da tre pagine fondamentali: la home page, lineare e semplice spiega i dettagli dell’iniziativa; un sondaggio per la trasparenza retributiva, protetta da password e generato dal servizio Typeform; poi c’è la pagina per le istruzioni di denuncia, una pagina protetta da password che utilizza una nuova tecnologia, si chiama Octauthent ed è un sistema che facilita la protezione con password di una pagina web ad accesso ritretto.

Se il movimento dei lavoratori risponderà alla mia richiesta di ulteriori dettagli tecnici, utilizzati per la realizzazione di questo sistema di denuncia interno all’azienda tra le più importanti al mondo del settore tecnologico, condividerò subito in questo articolo tutti gli aggiornamenti.

Vuoi commentare? Accendi la discussione