Il partito repubblicano del Wisconsin afferma che gli hacker hanno rubato 2,3 milioni di dollari

Posted by

Gli hacker hanno rubato 2,3 milioni di dollari dall’account del Partito Repubblicano del Wisconsin che veniva utilizzato per aiutare a rieleggere il presidente Donald Trump nello stato chiave del campo di battaglia, ha detto il presidente del partito all’Associated Press giovedì.

Il partito ha notato l’attività sospetta il 22 ottobre e ha contattato l’FBI venerdì, ha detto il presidente del Partito Repubblicano Andrew Hitt.

Hitt ha detto che l’FBI sta indagando. Il portavoce dell’FBI Brett Banner ha affermato che, per politica, “all’FBI non è consentito confermare o negare un’indagine”. Il dipartimento di giustizia del Wisconsin, che ha un centro incentrato sulla criminalità informatica in grado di fornire assistenza se richiesto, non è stato chiamato a indagare, ha detto la portavoce Rebecca Ballweg.

Il presunto hack è stato scoperto meno di due settimane prima del giorno delle elezioni, quando Trump e il rivale democratico Joe Biden hanno fatto la loro spinta finale per vincere il Wisconsin e i suoi 10 voti elettorali. Trump ha vinto lo stato con meno di 23.000 voti nel 2016 e venerdì stava programmando la sua terza visita in sette giorni. Biden ha anche pianificato di fare una campagna in Wisconsin venerdì. I sondaggi hanno costantemente mostrato una corsa serrata nello stato, di solito con Biden avanti di una sola cifra e nel margine di errore.

Hitt ha detto di non essere a conoscenza di nessun altro GOP statale preso di mira per un attacco simile, ma gli Stati membri sono stati avvertiti alla Convention Nazionale Repubblicana di questa estate di stare alla ricerca di attacchi informatici.

“La RNC non ha mai lasciato il Wisconsin dopo il 2016 e siamo fiduciosi che la nostra campagna elettorale e i milioni che stiamo spendendo in TV e digitale ci regaleranno un’altra vittoria nel 2020”.

L’hack segnalato ha messo in luce nuove tensioni negli ultimi giorni della corsa tra la campagna di Trump e il partito di stato, che ha speso troppo e non è riuscito a tenere adeguatamente conto delle sue spese nel 2018, portando a uno scossone nella leadership del partito.

I funzionari della campagna in Wisconsin hanno appreso del presunto hack dai resoconti dei media ed erano furiosi che i funzionari statali non li avessero informati su come avrebbe potuto influire sulle operazioni, secondo un funzionario della campagna di Trump che ha richiesto l’anonimato perché la persona non era autorizzata a discutere di conversazioni interne.

Ma il direttore della strategia del campo di battaglia di Trump, Nick Trainer, ha detto che la campagna nazionale è stata notificata immediatamente.

“Ho ricevuto personalmente una chiamata che mi notificava come responsabile della campagna”, ha detto. “Abbiamo piena fiducia nel Partito Repubblicano del Wisconsin e sappiamo che consegneranno lo stato al presidente in quattro giorni”.

Ci sono stati più di 800 tentativi di attacchi di phishing per guadagno finanziario contro il Partito Democratico del Wisconsin in questo ciclo di campagna, ma nessuno ha avuto successo, ha detto la portavoce del partito Courtney Beyer.

Il presunto hack è “certamente imbarazzante” per i repubblicani, ha detto Matt Rothschild, leader della Wisconsin Democracy Campaign, un gruppo indipendente che tiene traccia delle donazioni e delle spese della campagna.

“Deve ferire loro e la loro capacità di funzionare in questo momento cruciale”, ha detto. “Non riesco a vedere alcun vantaggio per loro in questa faccenda.”

Hitt ha sottolineato che il denaro rubato era per servizi già resi.

“Anche se è stata rubata una grossa somma di denaro, la nostra operazione funziona a pieno regime”, ha detto.

Hitt ha detto che gli hacker hanno manipolato le fatture di quattro fornitori che venivano pagati per posta diretta per gli sforzi di rielezione di Trump, nonché per materiale pro-Trump come cappelli da distribuire ai sostenitori. Le fatture e altri documenti sono stati alterati, quindi quando la parte li ha pagati, i soldi sono andati agli hacker invece che ai venditori, ha detto Hitt.

È stato scoperto dopo che qualcuno ha notato che è stata generata una fattura che non avrebbe dovuto essere, ha detto.

Hitt ha detto che sembra che l’attacco sia iniziato come un tentativo di phishing e che nessun dato sembra essere stato rubato, ha detto il portavoce del partito Alec Zimmerman.

Il denaro è stato rubato dal conto federale del partito statale, che attualmente contiene circa $ 1,1 milioni, ma quel numero oscilla quotidianamente a causa del rapido spostamento delle risorse verso la fine della campagna, ha detto Zimmerman. Il denaro nel conto federale può essere speso solo per gare federali e le donazioni sono limitate a $ 10.000 per individuo ogni anno solare.

I rapporti sul finanziamento della campagna presentati questa settimana in Wisconsin mostrano che i democratici hanno raccolto molti più soldi dei repubblicani. Il Partito Democratico di stato ha raccolto quasi 59 milioni di dollari negli ultimi due anni rispetto ai soli 23,7 milioni di dollari dei repubblicani.

La votazione anticipata è in pieno svolgimento in Wisconsin, con oltre 1,6 milioni di schede restituite giovedì mattina. Si tratta di quasi il 55% del totale dei voti espressi nel 2016.

Vuoi commentare? Accendi la discussione