Se stai cercando l'istanza Mastodon di inSicurezzaDigitale puoi cliccare questa barra (mastodon.insicurezzadigitale.com)

Killnet se la prende con l’FBI, stavolta non semplici DDoS

Il gruppo Killnet, nato su Telegram in occasione dell’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina, deliberatamente pro Russia, ha rivendicato e pubblicato dati interni all’FBI.

Killnet afferma di essere entrato in possesso di informazioni per oltre 10.000 dipendenti dell’FBI. Questo attacco e questa rivendicazione, fa parte della propaganda ed è stimolato dalle solite motivazioni politiche che animano il gruppo in questione, fin dall’origine.

La notizia non è nuova, ma ho preferito trattarla comunque su questo blog, perché sembra ricondursi nel tempo e nello spazio, con un recente post sul quale si descriveva l’attacco ad InfraGard, la piattaforma interna dell’FBI. Killnet infatti ha effettuato queste rivendicazioni tra il 15 e il 15 dicembre scorso.

Gli hacker di Killnet affermano che i dati acquisiti includono password dei social media e informazioni finanziarie; tuttavia, l’assalto compiuto da Killnet non è stato comfermato. La banda ha condiviso foto su Telegram che hanno rivelato le password a vari rivenditori online, carte d’identità e tessere sanitarie, account per Google, Apple e Instagram.