Mizuno colpito da attacco informatico, ritardi nelle spedizioni

Il brand multinazionale, dalle dimensioni globali, di attrezzature e abbigliamento sportivo è stato colpito da un attacco di tipo ransomware. Lo annuncia prima di chiunque altro Bleeping Computer, tramite una fonte interna/vicina alla società Mizuno.

Non ci sono infatti comunicati ufficiali, al momento, che confermino l’incidente o che ne dettaglino l’accaduto. Lato utente, possiamo però verificare che un problema all’infrastruttura, di fatto sta investendo la società e nello specifico il ramo rivolto al commercio americano (mizunousa.com). Infatti da circa una settimana, stanno apparendo, dei banner, tuttora presenti (lo screenshot qua sotto è stato immortalato il 14/02 ore 22.00), che avvisano gli utenti su possibili ritardi nella consegna degli ordini dovuti proprio a interruzioni infrastrutturali della macchina organizzativa.

Uno dei banner su mizunousa.com

In questo continente il noto marchio di sport, commercializza maggiormente attrezzature inerenti calcio, pallavolo e baseball (per il pubblico americano). La multinazionale nasce però in Giappone e, sia nel mercato asiatico (APAC) che europeo (EMEA), si distingue e si fa riconoscere per la popolarità di attrezzature e abbigliamento da corsa e per le arti marziali.

Tra i problemi identificati nella catena di lavorazione degli store Mizuno, alcuni utenti hanno riferito di esser riusciti a contattare la società per avere informazioni sui propri ordini e che è stato riferito loro che al momento l’attività è completamente bloccata, i sistemi di produzione non sarebbero in grado di portare avanti gli ordini, perdendone anche il controllo dal reparto assistenza. La società con i clienti, riferisce di esser a lavoro per ripristinare i sistemi impattati al più presto e recuperare gli ordini in stallo.

Ci sono stati pre-ordini in grande quantità, che hanno scatenato una certa preoccupazione nei clienti, soprattutto nel settore Golf, per il quale Mizuno proprio all’inizio di questo mese, ha lanciato nuovi ferri per i quali c’è un certo grado di impazienza nel settore.

Al momento non ci sono state rivendicazioni di gruppi criminali noti operanti nel settore del ransomware. Ma la si potrebbe attendere a breve, soprattutto nel caso di mancato pagamento del riscatto da parte della società.

La società oggi

La Mizuno Corporation con oltre 115 anni di storia (fondata a Osaka nel 1906), oggi è quotata alla borsa di Tokio e comprende qualcosa come 3855 dipendenti, con un fatturato annuo di circa 1,15 miliardi di euro (150.000 milioni di JPY). Mizuno è una società con sede in Giappone che si occupa principalmente della produzione e della vendita di articoli sportivi. La Società opera in quattro segmenti. Il segmento Giappone si occupa principalmente della produzione e vendita di vari articoli sportivi come articoli per il baseball, abbigliamento sportivo, scarpe sportive e accessori per il golf, oltre a occuparsi della costruzione di impianti sportivi, della gestione e del management consignment di impianti sportivi, dell’attività scolastica e della produzione e vendita di attrezzature sportive in Giappone. Il segmento Europa è impegnato nella vendita di scarpe sportive, abbigliamento sportivo, articoli per il baseball e accessori per il golf in Europa. Il segmento Americhe si occupa principalmente della produzione e della vendita di scarpe sportive, abbigliamento sportivo, articoli per il baseball e accessori per il golf nelle Americhe. Il segmento Asia e Oceania riguarda principalmente la produzione e la vendita di scarpe sportive, abbigliamento sportivo, articoli per il baseball e accessori per il golf in Asia e Oceania.

Dario Fadda

IT & Security blogger per passione. Nel 2003 ho fondato Spcnet.it. Dal 2006 sono membro attivo del Gulch (Gruppo Utenti Linux Cagliari). Oggi scrivo qui e nella pagina "La Stampa dice" trovate i miei contributi per le testate giornalistiche. Per tutto il resto c'è dariofadda.it che contiene "quasi" tutto di me.

Vuoi commentare? Accendi la discussione

Torna in alto