Grande compagnia di crociere subisce devastante attacco ransomware

Posted by

Hurtigruten, un’importante compagnia di crociere con sede in Norvegia, ha rivelato di essere stata appena vittima di un incidente di sicurezza informatica apparentemente correlato a un’infezione da ransomware: “Questo è un incidente grave che potrebbe avere un impatto negativo sulla nostra intera infrastruttura a livello globale“, ha affermato Ole -Marius Moe-Helgesen, responsabile IT dell’azienda.

L’attacco è stato rilevato la mattina presto di lunedì, quindi le autorità sono state informate ore dopo: “Sembra che si tratti di un incidente di ransomware“, ha aggiunto il dirigente dell’azienda. Come ricorderete, il ransomware è una tipologia di software dannoso in grado di crittografare i dati delle vittime per richiedere un riscatto in cambio del ripristino della normalità delle risorse interessate.

Hurtigruten non ha aggiunto ulteriori dettagli sull’incidente poiché l’indagine è ancora in corso, quindi la variante del malware utilizzata o la quantità di riscatto richiesta dagli hacker è sconosciuta.

Questo attacco arriva nel momento meno opportuno possibile, poiché l’industria del turismo globale sta lottando per rimanere a galla anche con gravi perdite economiche causate dalla pandemia e dalle misure di isolamento per prevenire epidemie di massa.

Sebbene l’azienda abbia cercato di riprendere le sue operazioni su alcune delle sue navi da crociera alcuni mesi fa, è stata presa la decisione di sospendere tutte le operazioni a tempo indeterminato dopo aver rilevato più casi positivi di COVID-19 (Sars-CoV-2) tra il suo equipaggio e passeggeri.

Secondo dati recenti, le compagnie di crociera in Europa generano entrate per quasi 14,5 miliardi di euro all’anno, portando un totale di 53k posti di lavoro formali. Tuttavia, entro la fine del 2020 si stimano perdite fino a 25 miliardi di euro a causa dell’impossibilità di operare su base regolare, senza considerare le perdite correlate da incidenti di ransomware e attacchi simili. 

Vuoi commentare? Accendi la discussione