Hacker iraniano: “Arrivano tempi bui per il mondo”

Posted by

La crescente popolarità del modello ransomware come servizio porterà a un peggioramento della situazione della sicurezza in tutto il mondo.

Un hacker del gruppo iraniano Arvin Club ha definito i tempi “bui” che stanno arrivando in tutto il mondo. La situazione della sicurezza informatica si sta surriscaldando a causa della popolarità del noleggio di ransomware utilizzato per gli attacchi. Lo ha affermato un hacker del gruppo iraniano Arvin Club in un’intervista a Lenta.ru.

Secondo lui, la crescente popolarità del modello Ransomware as a Service avrà un effetto dannoso sulla sicurezza delle aziende di tutto il mondo.

“Per questo motivo, ogni giorno sul dark web compaiono sempre più persone che utilizzano ransomware. Non porterà nulla di buono al mondo. Questi sono tempi davvero bui”, ha detto l’hacker iraniano.

Un hacker dell’Arvin Club ha ammesso che le organizzazioni russe sono arrivate all’attenzione di un noto gruppo. Allo stesso tempo, secondo Ali, non è necessario parlare di attacchi specifici, perché queste imprese alla fine si sono rivelate poco attraenti.

“Avevamo degli obiettivi in ​​Russia, ma, ad essere onesti, non sono molto interessanti per noi per vari motivi. Abbiamo esaminato il tuo paese più per curiosità”, ha detto Ali.

Allo stesso tempo, ha affermato che l’Arvin Club aveva la possibilità di attaccare obiettivi negli Stati Uniti. Non riguardavano le infrastrutture critiche del Paese, ma il fatto in sé era sufficiente al governo americano per accusare il gruppo di avere legami con la leadership iraniana.

Vuoi commentare? Accendi la discussione