I dati dei sostenitori di Navalny “trapelati” in rete

Il database trapelato contiene informazioni su 70mila persone che hanno fatto donazioni all’organizzazione.

Il forum anonimo 2ch ha pubblicato una nuova serie di dati personali rubati di cittadini – sostenitori del blogger Alexei Navalny, condannato in Russia, e della sua Fondazione anticorruzione (un’organizzazione le cui attività sono vietate nella Federazione Russa, una ONG che svolge le funzioni di un agente straniero), che ha fatto donazioni all’organizzazione.

Secondo i dati preliminari, sono stati resi pubblici i dati personali di circa 70mila persone. Informazioni come il nome completo, nonché il luogo di residenza e lavoro della persona che ha donato i propri soldi al lavoro della FBK, sono diventate di pubblico dominio.

Secondo l’articolo 282.3 del codice penale della Federazione Russa (“Finanziamento di attività estremiste”), la sponsorizzazione di tale organizzazione è criminalizzata. Vale a dire: una multa da 300 a 700 mila rubli, lavori forzati da uno a quattro anni o reclusione da tre a otto anni.

Inoltre, molti dei donatori di Navalny confluiti nella rete potrebbero ora affrontare gravi difficoltà finanziarie. Le informazioni sulla loro partecipazione al finanziamento di un’organizzazione vietata nella Federazione Russa sono ora nelle mani dei servizi di sicurezza delle strutture bancarie.

Fonte: https://www.securitylab.ru/news/524024.php

Dario Fadda

IT & Security blogger per passione. Nel 2003 ho fondato Spcnet.it. Dal 2006 sono membro attivo del Gulch (Gruppo Utenti Linux Cagliari). Oggi scrivo qui e nella pagina "La Stampa dice" trovate i miei contributi per le testate giornalistiche. Per tutto il resto c'è dariofadda.it che contiene "quasi" tutto di me.

Vuoi commentare? Accendi la discussione

Torna in alto