Il gigante tecnologico Olympus vittima del ransomware BlackMatter

Il produttore di ottiche, apparecchiature fotografiche e apparecchiature ottiche di alta qualità, la società giapponese Olympus, ha annunciato un incidente informatico che ha colpito le reti informatiche delle sue divisioni in Europa, Medio Oriente e Africa.

In un breve comunicato stampa sul sito web, la società ha spiegato che l’incidente è avvenuto l’8 settembre di quest’anno. Quando è stata rilevata un’attività sospetta, la comunicazione sui sistemi interessati è stata sospesa. Le indagini sull’incidente sono in corso.

Olympus non ha rivelato che tipo di incidente ha dovuto affrontare la società, tuttavia, secondo fonti di TechCrunch, il produttore è stato attaccato dal gruppo di estorsionisti BlackMatter. Ciò è indicato da una richiesta di riscatto lasciata dai criminali informatici su sistemi crittografati, incluso l’indirizzo di un portale sulla darknet che era precedentemente presente negli attacchi BlackMatter. L’importo del riscatto è ancora sconosciuto.

Il gruppo BlackMatter, che si definisce l’erede di Darkside e REvil, ha iniziato le operazioni alla fine di luglio di quest’anno. Come altri gruppi di questo tipo, BlackMatter mantiene un sito di leak, dove pubblica dati rubati nel caso in cui la vittima si rifiuti di pagare il riscatto.

Dario Fadda

IT & Security blogger per passione. Nel 2003 ho fondato Spcnet.it. Dal 2006 sono membro attivo del Gulch (Gruppo Utenti Linux Cagliari). Oggi scrivo qui e nella pagina "La Stampa dice" trovate i miei contributi per le testate giornalistiche. Per tutto il resto c'è dariofadda.it che contiene "quasi" tutto di me.

Vuoi commentare? Accendi la discussione

Torna in alto