Tornano gli hacker di iCloud. Foto e video privati di varie celebrità, pubblicati online.

Un gruppo di hacker ha fatto trapelare alcune fotografie e video intimi di centinaia di atlete e celebrità

Un gruppo di hacker ha fatto trapelare alcune fotografie e video intimi di centinaia di atlete e celebrità, per lo più donne. Gli atleti interessati stanno cercando aiuto per rimuovere questo contenuto esposto sul dark web, menziona un rapporto del Daily Mail.

È davvero difficile sapere cosa fare di fronte a una situazione del genere“, ha detto l’agente di una delle vittime dell’incidente: “Le persone dietro a questi attacchi sono malate. Abbiamo assistito ad alcuni casi molto spiacevoli, inclusi quelli in cui le persone sono state ricattate in cambio della mancata pubblicazione del materiale compromesso”.

Sebbene sia possibile agire contro i responsabili di questi attacchi, assicurarli alla giustizia è spesso una missione impossibile: “Possono volerci anni per chiudere questi casi e ottenere il contenuto rimosso da qualsiasi sito web, molte volte le vittime decidono di non passare attraverso quel processo”, dice un portavoce del National Cyber ​​Security Center (NCSC).

In risposta a tali incidenti, gli specialisti della sicurezza informatica consigliano agli utenti di abilitare meccanismi di sicurezza come l’autenticazione a più fattori, nonché di impostare password sufficientemente sicure da ridurre la possibilità di attacchi informatici.

Questo nuovo incidente sarebbe stato una conseguenza della scarsa protezione per alcuni account iCloud, anche se Apple non ha commentato. Questo incidente potrebbe non essere così sorprendente, poiché solo poche ore fa la squadra di calcio inglese del Manchester United è stata oggetto di un attacco informatico dispiegato da un sofisticato gruppo di criminali informatici.  

Le conseguenze di questo incidente sono ancora sconosciute, anche se la prima dichiarazione del club in merito all’attacco informatico rileva che l’infrastruttura del suo sito web, l’app mobile e i sistemi che memorizzano le informazioni dei clienti sono completamente al sicuro dagli attacchi.

Vuoi commentare? Accendi la discussione