Apple ha implementato una backdoor in iOS 15.2, si dice con buone intenzioni

Posted by

L’aggiornamento di iOS 15.2 potrebbe cambiare per sempre l’esperienza dell’iPhone.

Il prossimo aggiornamento di iOS 15.2 sarà l’aggiornamento per iPhone più radicale degli ultimi anni. Il più radicale non solo per le nuove funzionalità e servizi, ma anche per il nuovo approccio alla privacy degli utenti di iMessage.

Il piano per la sicurezza dei bambini di Apple ha due aggiornamenti separati. Il primo è scansionare le foto sul telefono prima di sincronizzarle con iCloud. Utilizzando la tecnologia dell’intelligenza artificiale (AI), le immagini verranno confrontate con i database del governo alla ricerca di pornografia infantile. Il secondo aggiornamento consentirà ai genitori di includere gli algoritmi AI di Apple sugli iPhone dei loro figli che li avviseranno se un bambino riceve o invia immagini esplicite tramite iMessage.

Il sistema annunciato in precedenza dall’azienda per la scansione delle immagini sul telefono CSAM ha sollevato preoccupazioni tra i difensori dei diritti umani, secondo cui il nuovo sistema aprirà la porta allo spionaggio degli utenti. A questo proposito, Apple ha deciso di posticipare per un po’ l’implementazione di CSAM sui dispositivi degli utenti. Sebbene al momento non vi sia alcun segno di scansione dell’iPhone, è disponibile un aggiornamento leggero per iMessage nella versione beta di iOS 15.2 per gli sviluppatori. Leggero perché la società sembra aver fatto marcia indietro sul suo piano originale di informare i genitori di bambini sotto i 13 anni sulla visualizzazione di foto taggate.

Non è stata annunciata alcuna innovazione in iMessage, ma l’aggiornamento nella versione beta di iOS 15.2 è diverso dalla categorizzazione delle foto, che viene già eseguita su iPhone utilizzando algoritmi AI. Tuttavia, il problema critico è che iMessage è crittografato end-to-end e l’aggiornamento Apple è essenzialmente quello di aggiungere il monitoraggio AI alla piattaforma. Sì, questo caso d’uso iniziale è ancora molto limitato, ma le barriere tecniche a un monitoraggio più ampio sono già state rimosse. Questo cambia radicalmente iMessage e non si tornerà indietro.

Come hanno avvertito in precedenza gli esperti della Electronic Frontier Foundation (EFF), “È impossibile creare un sistema di scansione lato client che venga utilizzato solo per rilevare immagini esplicite inviate o ricevute dai bambini […] Anche con le migliori intenzioni l’installazione di un tale sistema infrangerebbe le funzionalità chiave della crittografia del messenger e aprirebbe la strada a ulteriori abusi”.

“Anche una backdoor completamente documentata, elaborata e altamente mirata è ancora una backdoor”, ha affermato l’EFF.

Vuoi commentare? Accendi la discussione