In Bielorussia, arresto per gli abbonati ai canali Telegram indesiderati

Secondo un decreto del governo, “gruppi non registrati di cittadini che svolgono attività estremiste, anche in messenger e social network”, sono equiparati a “gruppi estremisti”. La misura preventiva massima sarà di sette anni di reclusione.

“L’articolo 361-1 penale sulla creazione di un gruppo estremista o sulla partecipazione ad esso prevede fino a sette anni di carcere”, afferma il rapporto.

Nonostante il testo stesso della risoluzione non sia stato ancora comunicato ai cittadini, i funzionari della sicurezza hanno avvertito che sono già iniziati i lavori per riconoscere i gruppi non registrati di lettori di messenger e social network nel GUBOP come “formazioni estremiste”. Va notato che ora in Bielorussia più di 100 canali Telegram sono riconosciuti come “estremisti”, principalmente su argomenti politici e contenenti critiche alle attività di Alexander Lukashenko. Il più grande di questi, Nexta Live, ha circa un milione di abbonati.

Dario Fadda

IT & Security blogger per passione. Nel 2003 ho fondato Spcnet.it. Dal 2006 sono membro attivo del Gulch (Gruppo Utenti Linux Cagliari). Oggi scrivo qui e nella pagina "La Stampa dice" trovate i miei contributi per le testate giornalistiche. Per tutto il resto c'è dariofadda.it che contiene "quasi" tutto di me.

Vuoi commentare? Accendi la discussione

Torna in alto